Non solo Futsal: a lezione da Francesco Peroni.

By 07/04/2021News

Sezione di Fermo
La scorsa settimana gli arbitri fermani hanno avuto l’onore di accogliere il Componente della Commissione Arbitri Nazionale per il Calcio a 5 Francesco Peroni, appartenente alla Sezione di Città di Castello. Peroni è stato proprio l’ospite nazionale sorteggiato dal Comitato Nazionale per avvicinare la struttura centrale dell’AIA a quella periferica costituita dalle Sezioni. Anche questa volta, come ormai da un anno a questa parte, la riunione si è tenuta online, sulla piattaforma di videoconferenza Zoom. Gli spunti e gli argomenti trattati sono stati essenziali e fondamentali per la crescita degli associati collegati.  SEM04087Un primo momento della Riunione Tecnica Obbligatoria, gestito esclusivamente da Peroni, ha riguardato la parte dell’analisi e della struttura nazionale della CAN 5. Nonostante questa breve introduzione, e seppure l’ospite provenisse dal mondo del Futsal, i temi trattati hanno riguardato tutto l’ambiente calcistico e non soltanto quello relativo appunto al Calcio a 5, questo per far sì che tutti i partecipanti fossero pienamente coinvolti negli argomenti. La seconda parte della lezione è stata sfruttata dall’ospite per sottolineare e valutare insieme ai ragazzi l’importanza dell’aspetto emotivo nella vita arbitrale, ovvero tutte le emozioni che attraversano un arbitro, da quando riceve la designazione fino a quando esce dallo spogliatoio una volta terminata la gara. Si è ampiamente discusso quindi della preparazione e dell’analisi della gara nei giorni che la precedono. Data l’importanza dell’evento, alla riunione erano collegati, oltre agli associati fermani, il Presidente del Comitato Regionale Arbitri delle Marche Carlo Ridolfi, i Componenti CRA Marche per il Futsal Mauro Albertini e Francesco Pagnotta e altri associati delle Sezioni marchigiane militanti in organico regionale e nazionale. Il saluto in chiusura del Presidente di Sezione Michela Pietracci: “A nome di tutta la Sezione, un profondo grazie a Francesco per la grande disponibilità e professionalità dimostrata. Spero che i miei ragazzi abbiano fatto tesoro degli insegnamenti e dei consigli dispensati stasera. Mi auguro di poter ospitare Francesco in Sezione, appena si potrà”.